Pubblicità e marketing basati su parodie e parafrasi blasfeme dei Vangeli. Adesso ci si mette anche Sky Tv. Non sarebbe ora di dirgli di smettere?

6 agosto 2o11

Quella della pubblicità e del marketing basati su parodie e parafrasi blasfeme dei Vangeli è una storia che inizia nel 1971, con i “Jesus Jeans” di Oliviero Toscani: insieme a Maurizio Costanzo uno dei due cattivi maestri che più di tutti hanno contribuito negli  ultimi decenni a sgretolare la coscienza morale della gente del nostro Paese. Il colpo dei “Jesus Jeans” valeva evidentemente non soltanto in sé ma anche per verificare se la Chiesa e più in genere i cristiani avrebbero o meno ingoiato l’insulto senza fiatare. Purtroppo solo in pochi ci si rese conto che l’attacco non andava sottovalutato e che non reagire era un grave errore. Non a caso – osservo per inciso – nemmeno si provò a fare niente del genere con riguardo a testi sacri e a simboli ebraici o musulmani. Perché si sapeva e si sa che, seppur in modi diversi, se lo si facesse non la si passerebbe liscia.

Beninteso, dati i rapporti di forza in atto nel mondo dei media, una reazione della Chiesa in quanto tale avrebbe avuto un effetto boomerang. Ci sarebbe però voluta e tanto più ci vorrebbe adesso una reazione a livello della società civile, come quella registratasi alcuni anni dopo negli Stati Uniti a seguito della quale Benetton fu costretto a non ricorrere più, almeno su quel mercato, alle campagne pubblicitarie intrise di nichilismo distruttivo appunto progettate da Oliviero Toscani. Nel nostro Paese non è purtroppo accaduto niente del genere. E così i “Jesus Jeans” sono stati il segnale di partenza di una serie sin qui mai interrottasi di operazioni di marketing e di campagne analoghe. Adesso ci si é messo anche il gruppo televisivo Sky TV che sta promuovendo un  abbonamento alla visione di partite di calcio con una campagna che consiste di parodie abborracciate e volgari di miracoli di Cristo. Non solo: gli abbonati a Sky ricevono a casa una lettera di presentazione di tale abbonamento, a firma di certo Nicola Saraceno, che si apre con le parole “solo su Sky il calcio fa miracoli” e si conclude con  “Beato chi si abbona”. Non sarebbe ora di dirgli di smettere?

Annunci

Informazioni su Robi Ronza

Giornalista e scrittore italiano, esperto di affari internazionali, di problemi istituzionali, e di culture e identità locali.
Questa voce è stata pubblicata in Diario e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Pubblicità e marketing basati su parodie e parafrasi blasfeme dei Vangeli. Adesso ci si mette anche Sky Tv. Non sarebbe ora di dirgli di smettere?

  1. Giuseppe Fragola ha detto:

    Un commento di una chiusura mentale che lascia basiti.

    Ma lei lo sa che della Bibbia la Chiesa ha preso solo ciò che più le conveniva prendere…?
    Lei lo sa che la parola “Nefilim” non vuol dire “Giganti”, ma “Coloro che vennero giù dal cielo”?

    Più che scandalizzarsi di una banalissima frase per farsi un pò di pubblicità, sarebbe ora di scandalizzarsi per la Chiesa, che predica bene e razzola male. In questo momento, mentre il Papa è chiuso in una costruzione ricolma d’ORO da far venire la nausea, il mondo sta vivendo una delle sue peggiori crisi economiche di sempre.

    Abbiate il coraggio di pubblicare questo commento.

    • Robi Ronza ha detto:

      Caro Fragola,
      per pubblicare il suo commento non c’è bisogno di coraggio quanto piuttosto di compassione (beninteso, nel significato originario della parola, che non implica nulla di sprezzante, tuttt’altro). Tra le sue osservazioni da un lato e dall’altro la testimonza e l’esperienza storica della Chiesa c’è un divario tale che non posso fare altro se non augurarle di avere tempo e modo di colmarlo almeno un po’. Poi se crede ci risentiremo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...