Il vecchio governo parlava troppo, ma questo parla troppo poco

Il governo Berlusconi parlava troppo, ma il governo Monti parla troppo poco.  A breve termine ciò può dare l’idea che stia ponderando  con cura le proprie decisioni,  ma se continua così dà piuttosto l’impressione di essere esitante o peggio ancora di voler lasciare il più possibile all’oscuro il popolo di quel che intende fare, cercando intanto di ottenere consensi altrove. Nel frattempo le voci girano poi ugualmente, e sono soltanto voci di maggiori imposte e per niente invece voci di tagli della spesa dello Stato.

Quando qualcosa è pubblico per natura sua, come più che mai è il caso del governo, la politica del silenzio è comunque in ultima analisi sbagliata.  Si  lascia così campo aperto  al diffondersi incontrollato di voci e di illazioni fatte circolare magari anche mala fide. Si deve invece e si può  sempre informare con discrezione la gente su come si sta lavorando pur senza dire prima del tempo che cosa si deciderà.

Annunci

Informazioni su Robi Ronza

Giornalista e scrittore italiano, esperto di affari internazionali, di problemi istituzionali, e di culture e identità locali.
Questa voce è stata pubblicata in Diario e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...