Il Forum Terre Alte: per una riscoperta della montagna e dell’alta collina come risorsa, e non come problema (cosa più che mai urgente in Italia dove solo il 28 per cento del territorio è pianeggiante)

Nel nostro Paese, il cui territorio è per il 72 per cento montagnoso o collinare, le terre alte non sono l’eccezione bensì la regola. Eppure l’Italia continua a venire governata e amministrata come se fosse un per lo più pianeggiante, come la Francia, la Gran Bretagna o gli Stati Uniti.

Gli strabismi della nostra classe dirigente sono tanti, ma questo non è affatto secondario. L’accalcarsi di una popolazione già molto densa in assoluto su meno del 30 per cento del territorio nazionale è alla base di molta parte dei nostri problemi non solo ambientali ma anche socio-economici.

Perciò va visto con grande interesse e speranza l’attuale delinearsi non solo sulle Alpi ma anche altrove di un movimento di ripresa della società e dell’economia di montagna e di alta collina che vede nelle terre alte non un problema da mitigare con l’assistenzialismo bensì un’importante risorsa semplicemente da non ostacolare. Movimenti analoghi stanno delineando anche altrove sia in area alpina, in Francia, in Svizzera, che in altre parti d’Europa.

Per adesso è poca gente, ma gente spesso giovane e sempre molto motivata, che merita attenzione e ascolto. Tra l’altro dall’esperienza di  questi nuovi contadini e allevatori di montagna — che vivono e conoscono l’ambiente naturale non per sentito dire — sta nascendo un nuovo ambientalismo finalmente non astratto e non anti-umanista. Allo scopo di facilitare la conoscenza di questa realtà tanto a se stessa quanto a un più vasto pubblico, insieme a Michele Corti, docente universitario che da tempo la studia attentamente, ho messo in linea il sito:

                   http://http://www.ForumTerreAlte.wordpress.com

Il sito è ancora in cantiere, ma invito tutti ad andarlo già a visitare.

Informazioni su Robi Ronza

Giornalista e scrittore italiano, esperto di affari internazionali, di problemi istituzionali, e di culture e identità locali.
Questa voce è stata pubblicata in Diario e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.