Augurio per il 2018: la laica riscoperta della dottrina sociale della Chiesa come grande risorsa per tutti

Per quanto concerne la politica —  che beninteso è molto importante ma non importante sopra ogni cosa — come gente di fede entriamo nel nuovo anno più che mai a mani nude. Nella vita pubblica del nostro Paese la presenza cristiana consapevole e non subalterna ai luoghi comuni della cultura post-illuministica da lungo tempo sta svanendo. Il messaggio televisivo di fine d’anno del presidente della Repubblica, che fra poche ore ci verrà proposto a reti unificate, ce ne darà di certo  solenne conferma. E questo malgrado che, come altre volte ricordammo, quasi la metà della gente in Italia continui a definirsi cattolica.

Ciò è tanto più sconfortante se si considera quanto oggi sarebbe utile attingere all’originale ma trascurato patrimonio di esperienze e di idee alternative alla cultura dominante che — elaborato da grandi uomini di pensiero durante tutto il secolo XX —  è stato poi sinteticamente trasfuso nei documenti noti come dottrina sociale della Chiesa. Il nome, di sapore un po’ ottocentesco, con cui questo corpus di documenti è noto,  non rende ragione della sua ampiezza di orizzonti e  della sua attualità. Tanto per fare un esempio, L’enciclica Caritas in veritate di Benedetto XVI (2009) è un vero e proprio progetto strategico di affronto dei problemi causati dalla globalizzazione. Considerazioni analoghe valgono ad ogni modo per tutti gli altri documenti di cui si compone, nei quali sempre si ritrova l’ampio respiro di un organismo unico per la sua presenza in ogni parte del mondo e per la sua bimillenaria esperienza di vita e di pensiero. La dottrina sociale della Chiesa non è un modesto testo divulgativo per uso interno, come molti pensano con quella presunzione che solo l’ignoranza rende possibile. E’ un pensiero tener conto “laicamente” del quale sarebbe interessante per tutti.

Diventa sempre più chiaro che la cultura “laica” non riesce più a dare risposte adeguate  allo smarrimento antropologico e al declino demografico del nostro tempo, ossia ai negati ma reali primi motori di una crisi che è economica soltanto per riflesso. Ben diversamente poi da quanto pretendeva, la cultura “laica” di radice illuministica non ha alcun respiro universale, ma anzi sta togliendo all’Occidente la capacità da un lato di comprendere il resto del mondo e dall’altro di assicurarsene il rispetto.  Questo è grave per tutti i Paesi occidentali ma in modo molto particolare per il nostro. Tra i maggiori Paesi avanzati del globo, riuniti del G 7, l’Italia è infatti l’unico a essere totalmente nel Mediterraneo, da sempre crocevia principale della civiltà umana; e quello che più di tutti è chiamato dalla storia e dalla geografia a svolgere un ruolo di primaria cerniera tra il perno dell’economia mondiale (che continua ad essere l’Europa) e l’emisfero Sud. Molto della nostra troppo scarsa ripresa e dei nostri problemi interni deriva dalla miopia dell’attuale classe politica, poco consapevole se non ignara della vocazione del nostro Paese e quindi delle potenzialità che ne derivano.

Al di  là dei modesti obiettivi possibili delle elezioni che ci attendono nella prossima primavera s’impone per il bene di tutti un lavoro di ricostruzione della presenza cristiana nella vita pubblica del nostro Paese. Se il 2018 segnerà un serio avvio di tale opera sarà un anno politicamente ben speso.

31 dicembre 2017

 

 

 

Annunci

Informazioni su Robi Ronza

Giornalista e scrittore italiano, esperto di affari internazionali, di problemi istituzionali, e di culture e identità locali.
Questa voce è stata pubblicata in Diario e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Augurio per il 2018: la laica riscoperta della dottrina sociale della Chiesa come grande risorsa per tutti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.