Conviene al governo correre già adesso all’ arrembaggio? Magari sì, ma resta poi da vedere se convenga anche all’ Italia

Perché il governo Lega / 5 Stelle ha scelto di attaccare già quest’anno il vecchio ordine costituito, e quindi anche l’attuale Commissione Europea, invece di farlo l’anno prossimo usando i suoi primi mesi al potere per meglio prepararsi allo scontro? Tanto più alla vista di quanto sta accadendo è il caso di domandarselo.

Non c’era ad ogni modo bisogno di attendere la prova dei fatti. Era ovvio che un ordine costituito sia pure incartapecorito ma potente — che va dal Fondo Monetario Internazionale alla Commissione Europea in carica fino a tutti i loro alleati nella politica e nell’economia italiane — di fronte a una sfida così radicale non sarebbe rimasto con le mani in mano.

E’ certo che con le elezioni del prossimo maggio per il rinnovo del Parlamento di Strasburgo in sede europea il quadro politico cambierà sostanzialmente. E’ ovvio che un’alta burocrazia cresciuta all’ombra di governi di altro orientamento si lascia mettere le redini solo dopo averti messo alla prova e aver provato a disarcionarti. Un governo di svolta, come obiettivamente è quello attuale, deve perciò trovare il tempo per dotarsi di tutto il supporto di “tecnici” di sua fiducia di cui ha bisogno per non correre il rischio di venire poi gabbato quando dalle leggi si passa ai regolamenti, alle circolari e a tutte le minuzie dell’attività amministrativa.

Essendo tutto ciò certo e ovvio, un governo che ha detto subito di voler durare per un’intera legislatura, ossia per cinque anni, e che ci può riuscire, che bisogno aveva di essere tanto frettoloso? E’ la giovane età dei loro leader che ha giocato un brutto scherzo ai due partiti della maggioranza oppure c’è qualche altro motivo?

Come già ricordavamo, l’alleanza tra Lega e 5 Stelle è tattica e perciò non può che essere provvisoria. I due partiti si sono alleati per darsi il tempo necessario per risucchiare l’uno, la Lega, l’elettorato di Forza Italia e l’altro, il Movimento 5 Stelle, l’elettorato del PD e dei suoi satelliti. Poi non potranno che schierarsi su fronti opposti essendo opposte le loro culture politiche e gli interessi che rispettivamente rappresentano.  La Lega è infatti un partito girondino forte soprattutto al Nord che tipicamente rappresenta ceti produttivi i quali chiedono allo Stato meno tasse e migliori servizi; il Movimento 5 Stelle è un partito giacobino forte soprattutto al Sud che altrettanto tipicamente rappresenta strati sociali poco produttivi e fragili i quali chiedono allo Stato più assistenza anche al prezzo di una maggiore spesa pubblica (tanto più che per definizione è un prezzo che non saranno loro a pagare).

C’è da domandarsi se, pur senza darlo a vedere, Salvini e Di Maio non pensino che quel processo di risucchiamento di cui  si diceva possa concludersi molto prima del previsto, magari già con  le elezioni europee del maggio prossimo.  Questo spiegherebbe l’esasperazione dei toni e la scelta dello scontro frontale con i “mercati” (ossia con la grande finanza internazionale) e con una Commissione Europea che comunque non sopravviverà a tali elezioni. Se questo è vero si va incontro a 5-6 mesi di grande turbolenza sul piano politico e  sul piano economico-finanziario. Così come è oggi l’Italia può reggere a una tale prova? E anche per Lega e 5 Stelle il gioco vale la candela? Sarebbe il caso che Salvini e Di Maio cominciassero a domandarselo.

 

Annunci

Informazioni su Robi Ronza

Giornalista e scrittore italiano, esperto di affari internazionali, di problemi istituzionali, e di culture e identità locali.
Questa voce è stata pubblicata in Diario e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.