Quando la lotta contro il Covid-19 diventa spunto per tutt’altro: dall’assalto del Partito Democratico alla Lombardia alla riaffermazione del centralismo

Come dimostrano i due esempi che seguono nemmeno un evento come la pandemia del Covid-19 basta a fermare le risse senza respiro che caratterizzano la vita politica italiana di questi anni.

Il primo dei due esempi riguarda la Lombardia dove già da qualche tempo il Pd stava costruendo il sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, quale candidato presidente  di centrosinistra alle elezioni regionali future.  Amico della prima ora di Berlusconi poi passato sotto opposte bandiere, Giorgio Gori, ex direttore di Canale 5 e marito della nota conduttrice televisiva Cristina Parodi, è sembrato al Pd quello dei suoi che più potrebbe piacere almeno a una parte degli elettori che sin qui hanno garantito al centrodestra la maggioranza dei consensi in Lombardia.

Per il sindaco di Bergamo — per di più la città che con la sua provincia è stata al centro dell’epidemia — ogni vero o presunto errore del governo regionale nella lotta contro il Covid-19 è divenuto perciò un’occasione da non perdere per accreditarsi come il futuro presidente della Lombardia al posto del leghista Attilio Fontana. Non deve nemmeno essere un’idea tutta sua, bensì una scelta strategica della direzione del Pd. Non si spiegherebbe altrimenti perché  il compito di grande accusatore di Fontana sia stato affidato a lui invece che al capogruppo del Pd in Consiglio regionale. Avendo dovuto affrontare per prima in Italia la pandemia del Covid-19 la Lombardia ha fatto anche qualche errore, che adesso il resto del Paese potrà perciò evitare, ma nell’insieme ha retto bene il colpo. Per il Pd il problema però non è tanto questo quanto il fatto che la Lombardia è governata da coalizioni di centrodestra ormai da venticinque anni. Quando si pretende di essere la forza politica indicata dalla storia quale motore unico di ogni progresso civile diventa difficile rassegnarsi all’idea che ti volti le spalle proprio la regione più avanzata e più popolosa del Paese. Per rimediare a uno smacco così cocente diventa perciò buona ogni occasione.

Un altro e diverso esempio della medesima rissa è poi quello di chi coglie la pandemia quale spunto per ricantare le lodi del centralismo e dello statalismo. Un segno certo di tale scelta di campo sono dichiarazioni e titoli di giornali in cui si lamenta che “le Regioni stanno procedendo in ordine sparso”. E’ l’eterno mito del centralismo illuminato, sempre difficile da difendere ma tanto più indifendibile in uno Stato come il nostro che fa acqua da tutte le parti.

Le Regioni stanno procedendo in ordine sparso? Dobbiamo esserne felici. Così si possono sia adeguare le norme generali alle varie situazioni e sia consentire la libera ricerca e scelta delle soluzioni migliori. Oggi ad esempio nel gestione della chiusura delle attività economiche e sociali il Veneto con una nuova ordinanza  ha adottato un criterio opposto a quello del governo nazionale, ma molto più compatibile con un’economia moderna. Invece di puntare alla chiusura per settori, poco possibile e poco sostenibile nel mondo in cui viviamo, il Veneto ha puntato sulle garanzie in loco per gli addetti e per gli utenti. Ha stabilito infatti che in pratica può riaprire qualsiasi attività purché nella fabbrica o nel negozio sia garantita la distanza due metri da una persona all’altra e purché tutti dispongano di mascherine, guanti e disinfettanti. Ha potuto fare quest’ottima scelta grazie  all’”ordine sparso” che l’autonomia regionale consente. Viva dunque l’ordine sparso.

13 aprile 2020

Informazioni su Robi Ronza

Giornalista e scrittore italiano, esperto di affari internazionali, di problemi istituzionali, e di culture e identità locali.
Questa voce è stata pubblicata in Diario e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Quando la lotta contro il Covid-19 diventa spunto per tutt’altro: dall’assalto del Partito Democratico alla Lombardia alla riaffermazione del centralismo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.