Il Covid 19, il coraggio, la paura, e quella fetta della realtà che i media non amano farci vedere

 Oggi siamo così abituati al fatto che i media diffondano continuamente paura e sfiducia che non ne siamo più sorpresi. Pensiamo invece come sarebbe più bello se diffondessero anche coraggio e fiducia in Dio,  nel bene o almeno nella vita (il che per molti è un modo secolarizzato di dire la stessa cosa). Oltre che più bello sarebbe anche più realistico. Nella realtà infatti non c’è solo la paura ma anche il coraggio, non c’è solo la sfiducia nel futuro ma anche la fiducia nella Provvidenza o almeno in una buona stella (il che per molti è pure un modo secolarizzato di dire la stessa cosa).

Avendo avuto per motivi professionali occasione di vedere da vicino situazioni di crisi a causa di terremoti catastrofici, guerre e carestie, sono stato molto colpito dalla quantità di energie di bene che in tali circostanze emergono per così dire dalle macerie a sollievo della sofferenza delle vittime e a sostegno immediato dell’opera di riparazione e di ricostruzione. É qualcosa di non meno vero del male e della disperazione, ma di questa fetta della realtà di regola i media non parlano. D’altra parte la presenza del male ma anche del bene, con tutta la misteriosa energia che lo caratterizza, è una regola generale della condizione umana. La si riscontra infatti non solo nelle grandi vicissitudini ma anche in quelle delle persone, delle famiglie, dei popoli al momento non coinvolti in crisi drammatiche.

L’esempio più recente e vicino a noi di tale costante distorsione della realtà da parte dei media è quello del ritorno a scuola nel tempo del Covid 19. È tutto un gran parlare dei casi in cui ci sono difficoltà irrisolte, con grande abuso della parola “caos”, termine generico grazie a cui i cronisti e i loro direttori si esentano dal dovere di raccontare esattamente che cosa succede. Sarebbe non solo più confortante ma anche più utile per tutti, comprese le Regioni e le scuole più in difficoltà, sapere come altrove tali difficoltà sono state superate così da poterne trarre utili esempi.

12 settembre 2020

 

 

 

Informazioni su Robi Ronza

Giornalista e scrittore italiano, esperto di affari internazionali, di problemi istituzionali, e di culture e identità locali.
Questa voce è stata pubblicata in Diario e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.