Ecco la storia, senza misticismi, di Comunione e Liberazione

“Niente mistica. Nessun volo su ali angeliche. Robi Ronza non è il tipo, per storia familiare e temperamento personale, da intingere la penna in acquasantiere di inchiostro. Il suo racconto non ha vibrazioni emotive, non induce a pie devozioni, e questo costituisce la sua forza. Luigi Giussani Comunione e Liberazione & oltre gli somiglia (…)”: comincia così su Libero di oggi un’ampia e bella recensione – dal titolo “Ecco la storia, senza misticismi di Comunione e Liberazione — che Renato Farina dedica al mio nuovo libro, già preannunciato in questo sito. 

Il libro, che in questi giorni sta raggiungendo le librerie, già sin d’ora si può acquistare tramite il sito dell’Editore, www.edizioniares.it, ove appare nella sezione “Novità”, potendo anche fruire di sconti (per maggiori informazioni: riccardo.caniato@edizioniares.it).

12 febbraio 2021

Informazioni su Robi Ronza

Giornalista e scrittore italiano, esperto di affari internazionali, di problemi istituzionali, e di culture e identità locali.
Questa voce è stata pubblicata in Diario e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a Ecco la storia, senza misticismi, di Comunione e Liberazione

  1. Alberto ha detto:

    Chi vorrebbe avere una recensione da un personaggio così screditato come RF? Ovviamente un suo compagno di movimento… (a proposito della bolla)

    • Benson ha detto:

      CL purtroppo, a dispetto della autoproclamata diversità, casca nell’autoreferenzialitá e nel settarismo tanto deprecati dal papa. Trovo davvero sgradevole il disprezzo che non si peritano di esibire per ciò che esula dal loro carisma : la pietà, la mistica, le devozioni.

      • Robi Ronza ha detto:

        Se lei allungasse il suo sguardo al di là dei suoi pregiudizi, e di luoghi comuni alimentati da una stampa programmaticamente ostile, non tarderebbe a fare incontri e a trovare documenti da cui emerge una CL ben diversa dal mostro che lei almanacca sia. Le suggerisco ad esempio due letture: Mikel Azurmendi, L’abbraccio. Verso una cultura dell’incontro, BUR/Rizzoli 2020, e Micol Mulè (a cura di), Storie di un incontro e di vite cambiate, Circolo delle Imprese/Amazon, 2021.

      • Robi Ronza ha detto:

        Sono molto grato a Renato Farina per quanto ha scritto di questo mio libro, ma non è qualcosa che gli ho richiesto. L’ha scritto lui di sua iniziativa. Farina non è poi una persona screditata. E’ una persona contro la quale circoli molto influenti nel mondo dell’informazione hanno montato e continuano ad alimentare una campagna di discredito: sono due cose ben diverse.
        Per parte mia non l’ho mai fatto e non lo farei, ma collaborare con i servizi segreti del proprio Paese è in sé tanto lecito quanto prestare servizio militare. Che poi la campagna di discredito di Farina venga da ambienti dove negli anni della Guerra fredda non pochi collaborarono con i servizi segreti dell’Urss e alleati dovrebbe indurre a qualche salutare riflessione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.