Però anche Draghi si deve spiegare

Anche i premier precedenti non comunicavano molto, o perché non si spiegavano o perché (come nel caso di Conte) parlavano tanto ma senza dire nulla. Nemmeno un premier come quello attuale, forte non solo perché intoccabile per i noti motivi ma anche perché gode di ampio consenso popolare, può tuttavia permettersi di non comunicare.

Continua a leggere
Pubblicato in Diario | Contrassegnato | 3 commenti

Dell’urgenza di ripristinare l’italiano come lingua attuale della Repubblica

Adesso siamo arrivati anche a booster invece che richiamo per definire la terza dose, ovvero appunto la dose di richiamo della vaccinazione anti-Covid19.  Sorprende che sia il mondo della cultura e sia quello della politica continuino a restare insensibili alla gravità della crisi che sta attraversando la lingua italiana.

Continua a leggere
Pubblicato in Diario | Contrassegnato | 4 commenti

Clima: il coraggio di Draghi a Glasgow e la faccia tosta dei telegiornali

È importante far sapere innanzitutto ai giovani e ai giovanissimi – per ovvi motivi particolarmente influenzabili dall’attuale campagna di paura per il presunto effetto catastrofico dei cambiamenti climatici — che dal 1989 esperti accreditati dall’establishment come oracoli infallibili ci annunciano che se ad ogni costo non passiamo subito ed esclusivamente alle energie rinnovabili, il mondo andrà a gambe all’aria entro dieci anni. Da allora di questi decenni decisivi per la salvezza della Terra ne sono già passati più di tre e un quarto sta iniziando, ma il pianeta continua ad essere abitabile.

Continua a leggere
Pubblicato in Diario | Contrassegnato , , | 2 commenti

Francesco vota Biden: un equivoco che si poteva evitare

«La difesa dell’innocente che non è nato (…) deve essere chiara, ferma e appassionata, perché lì è in gioco la dignità della vita umana, sempre sacra, e lo esige l’amore per ogni persona al di là del suo sviluppo. Ma ugualmente sacra è la vita dei poveri che sono già nati, che si dibattono nella miseria, nell’abbandono, nell’esclusione, nella tratta di persone, nell’eutanasia nascosta dei malati e degli anziani privati di cura, nelle nuove forme di schiavitù, e in ogni forma di scarto»: questo passo dell’esortazione apostolica Gaudete et Exultate del 2018, è importante per capire il senso e i contenuti dell’incontro di ieri a Roma tra Papa Francesco e il presidente americano Joe Biden.

Continua a leggere
Pubblicato in Diario | Contrassegnato , , , | 9 commenti

«no green pass», il fenomeno e le sue molte facce

Tra salute pubblica e libertà personale, Corriere del Ticino*, 27 ottobre 2021

I manifestanti «no green pass» che lo scorso 9 ottobre invasero e misero a soqquadro la sede centrale a Roma della Cgil, il sindacato vicino ieri al Partito comunista e oggi al Partito democratico, erano neo-fascisti.

Continua a leggere
Pubblicato in Corriere del Ticino | Contrassegnato , , | Lascia un commento

La censura che incombe, e come ci se ne può liberare

La libertà, e i limiti crescenti che sta incontrando in ambiti che per natura loro sarebbero preposti al libero confronto delle idee, è stato lunedì scorso a Milano il tema di un incontro promosso dall’Associazione Nonni2.0, www.nonniduepuntozero.eu , un club che ha come scopo sociale l’affermazione del ruolo importante e positivo del dialogo fra le generazioni.

Continua a leggere
Pubblicato in Diario | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Draghi, la dittatura e quello che conviene sperare

Se facciamo lo sforzo di liberarci del tremendo significato impresso alla parola dalle dittature del secolo scorso e torniamo al suo senso originario, che risale all’antica Roma, possiamo tranquillamente concludere che oggi ci governa un dittatore.

Continua a leggere
Pubblicato in Diario | Contrassegnato , , , | 5 commenti

Commissione / Polonia. In ballo non è lo stato di diritto, ma la scelta tra democrazia e oligarchia

Ogni competenza che passa oggi dagli Stati membri all’Unione Europea esce dal campo della democrazia ed entra in quello dell’oligarchia. Non sarebbe così nell’Europa che vorremmo, ma che non c’è. Così invece vanno le cose nell’«Europa» che oggi c’è.

Continua a leggere
Pubblicato in Diario | Contrassegnato , , | 1 commento

Il Pnrr e l’ape italiana che vola anche senza ali

La crescita economica e la macchina dello Stato, Corriere del Ticino, *, 16 ottobre 2021

Quest’anno l’economia italiana crescerà più di quanto ci si attendeva. Il Fondo Monetario Internazionale ha annunciato di prevedere adesso una crescita del 5,8 per cento, molto vicina a quel + 6 per cento cui punta il governo di Roma.

Continua a leggere
Pubblicato in Corriere del Ticino | Contrassegnato , , | Lascia un commento

Lo Stato, il vaccino e quello che c’è di profondamente ingiusto

C’è qualcosa di un po’ irritante nella commiserazione con cui molti benpensanti di casa nelle trasmissioni televisive di commento, i cosiddetti talk show, sono soliti giudicare le tesi di chi rifiuta il vaccino anti-Covid19 e si oppone all’obbligo di esibire il «green pass» quasi ovunque, e adesso an anche sul posto di lavoro.

Continua a leggere
Pubblicato in Diario | Contrassegnato , , | 1 commento