La sinistra rimpiange Giscard per l’aborto. Che malinconia…

Commentando ieri mattina al Tg1 la scomparsa di Valéry Giscard d’Estaing, il capo dell’ufficio di corrispondenza della Rai da Parigi, Alessandro Cassieri, lo ha ricordato fra l’altro come un presidente conservatore che però aveva avuto agli occhi della sinistra il grande merito di legalizzare l’aborto. Non l’ha detto di certo soltanto lui. Quasi tutti i maggiori giornali e telegiornali ne hanno parlato a lode dell’illustre defunto. D’altra parte la presunta liceità dell’aborto è una delle questioni su cui l’ordine costituito dei media ha stabilito che il dibattito è chiuso. Nessuna persona dabbene può mettere in dubbio che quello di abortire sia un diritto sacrosanto. Che questo preteso diritto umano costi per definizione la vita umana della comunque più debole e indifesa delle parti in causa non si può discutere. Al massimo è consentito di dire “sono contro l’aborto, ma non posso negare ad altri il diritto di abortire”: un principio in base al quale a rigor di logica si potrebbe e anzi si dovrebbe legalizzare tutto,  anche lo stupro. Chi all’aborto è esplicitamente contrario non ha spazio né prospettiva alcuna di carriera nel mondo della comunicazione, dell’arte e dello spettacolo.  E non ha nemmeno accesso a qualsiasi salotto televisivo, se non soltanto (e molto raramente) nel ruolo del matto del villaggio. 

Che questo autoritario pensiero unico sia in pieno vigore anche alla Rai, ovvero nel sedicente «servizio pubblico radiotelevisivo», malgrado tutto mi irrita particolarmente. In teoria, e anche a norma di una sentenza della Corte Costituzionale, la Rai avrebbe per statuto il compito di dare voce in modo equilibrato e completo a tutte le aree culturali in cui si articola la società italiana. Sarebbe anzi questa la sua ragion d’essere e il motivo per cui le si è dato lo straordinario privilegio di incamerare in toto l’imposta statale sulla detenzione di apparecchi radiotelevisivi, perciò normalmente nota col nomignolo di “canone Rai”.

Malgrado insomma che a tale nobile funzione la Rai non si dedichi affatto, né mai si sia dedicata, la sua incondizionata sudditanza al pensiero unico continua perciò a restarmi sullo stomaco in modo del tutto particolare. Questa mattina però, invece di irritarmi, le parole di Cassieri mi hanno appunto messo malinconia. Essendo nato e cresciuto in un ambiente di sinistra, e avendo fatto in tempo a incontrare la realtà di popolo cui comunque i partiti storici della sinistra davano rappresentanza, il sopravvenuto irreparabile naufragio nel radicalismo borghese dell’antico movimento operaio mi suscita tristezza. Quei vecchi militanti del Pci che protestarono apertamente, e talvolta stracciarono la tessera del Partito, quando Togliatti piantò la moglie e si mise con Nilde Jotti, come reagirebbero vedendo oggi i loro nipoti e pronipoti spacciare oggi come…cose di sinistra la legalizzazione dell’aborto, l’utero in affitto, lo pseudo-matrimonio tra omosessuali e altre eredità e sviluppi del libertinaggio che trionfava a Versailles e nelle altre rege corti dell’ Ancièn Régime?

4 dicembre 2020    

Informazioni su Robi Ronza

Giornalista e scrittore italiano, esperto di affari internazionali, di problemi istituzionali, e di culture e identità locali.
Questa voce è stata pubblicata in Diario e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a La sinistra rimpiange Giscard per l’aborto. Che malinconia…

  1. Francesco ha detto:

    Ma che differenza c’è con Lupi che vota la legge Cirinnà per fare arrivare soldi agli associati CdO e tutta CL che sta zitta? Stesso metodo stessa ipocrisia.

    • Robi Ronza ha detto:

      Non mi risulta affatto che la linea politica di Lupi raccolga il consenso unanime della gente di Cl. Avrei piacere di sapere sulla base di quali informazioni certe lei fonda le accuse che lancia contro la CdO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.